Lo spazio di Giacomo

Lo spazio di Rita

Nel cuore della Valpolicella di Verona è in progetto la realizzazione di un polo termale. Nel Comunicato Stampa tutti i dettagli.


Il progetto Aquardens, prevede la realizzazione di un’iniziativa termale nel cuore della Valpolicella di Verona, nel comune di Pescantina loc. S. Lucia. Gli elementi caratterizzanti di Aquardens - Le Terme della Valpolicella, possono essere ricondotti a:

  • Realizzazione di un Parco Termale
  • Realizzazione di un Centro Wellness
  • Realizzazione di un Abergo termale
  • Realizzazione di una S.p.a - beauty farm
  • Realizzazione di una Clinica Estetica
  • Realizzazione di un Centro Congressi


Il progetto complessivo verrà realizzato su di una superficie complessiva di 60.000 mq con, in estrema sintesi, due tipologie di offerte:

  • su 35.000 mq la realizzazione di un PARCO TERMALE con 36.000 mc
  • su 25.000 mq la realizzazione di un COMPLESSO RICETTIVO con utilizzo della Termalità con 36.000 mc


Per il parco termale sono previsti circa 300.000 visitatori annui in fase di apertura per stabilizzarsi a regime attorno ai 400.000 visitatori annui.

E’ importante sottolineare che Aquardens prevede anche la realizzazione di un progetto termale alberghiero rilevante su 25.000 mq su cui insistono 36.000 mc. Tale tipologia di offerta risulta assolutamente inesistente nel territorio della Valpolicella, formula invece molto sviluppata all’estrero dove si sono sviluppate delle formule gestionali particolarmente efficaci e professionali, gestite da grandi catene alberghiere. E’ singolare notare come a Verona, notoria città a livello internazionale, siano assenti grandi catene alberghiere.

Dunque, quello di Aquardens sarà l’unico albergo termale di Verona. L’esperienza internazionale ci insegna che, le iniziative Alberghiere che vedono la presenza di un parco nelle sue adiacenze, determina un tasso di occupazione che lievita dal 60% al 82%.


Localizzazione

Posizionata in un contesto ambientale straordinario, l’iniziativa insiste nel comune di Pescantina località Fossa Fumara, in una zona che dista circa 10 km da Verona e circa 6 km dal lago di Garda, nel cuore della Valpolicella zona tra le più affascinanti della provincia di Verona per il contesto ambientale.


Sistema viabilistico

La felice collocazione del terreno in termini paesaggistici coincide anche con uno straordinario sistema viabilistico di supporto. Infatti dista 300 mt dalla strada provinciale, la quale si innesta dopo 2 km sulla superstrada per congiungersi  dopo 7 km con il casello Autostradale di Verona Nord.


Analisi dei bacini e delle potenzialità

14.900.000 residenti nell’arco di 150 km possono raggiungere il parco con estrema semplicità e facilità. Ovviamente ai residenti andranno sommate le numerose presenze turistiche di Verona città d’Arte, del Lago di Garda (12.000 milioni di presenze nella stagione estiva), oltre ad un sistema Fieristico tra i più importanti di Italia.


Autorizzazioni edilizie

Il terreno prevede una destinazione urbanistica di tipo turistico termale. Ha già ottenuto le autorizzazioni urbanistiche sia a livello Comunale che a livello Regionale, ed ha già ottenuto dal 27.11.2008  l’approvazione comunale del Piano Urbanistico Attuativo.


Concessioni termali

Si tratta di un tema di nodale importanza poiché come risaputo l’utilizzo delle acque termali può avvenire solo dietro autorizzazione REGIONALE E MINISTERIALE. Tali autorizzazioni sono già ottenute sia in ambito Ministero della Salute e della Regione Veneto (dopo iter settennale). Le principali qualità dell’acqua sono identificabili con acqua salso-bromo-iodica con una temperatura di 47° gradi c.


Superfici sulle quali insiste l’intervento

Come già descritto, la superficie complessiva del terreno di proprietà circa 60.000 su cui realizzare due tipologie di intervento:

Parco Ludico Termale e/o galleria commerciale annessa e funzionale al parco mq 35.000 mc 36.000
Albergo-Centro Congressi – Clinica-Spa-Beauty farm termale (o più alberghi mq 25.000 mc 36.000


L’iniziativa Parco Termale prevede la realizzazione a regime di una quantità di specchi d’acqua pari a circa 4.000 mq e sarà dotato per poter sopportare le ipotizzate presenze di un parcheggio di 12.000 mq.


Proprietà

La società Aquardens Spa, si è voluta dotare sin dall’inizio, di un capitale adeguato per poter far fronte ad un investimento così importante sottoscrivendo e versando  un capitale sociale di 20.000.000,00 già versati. La compagine azionaria, costituita nel maggio del 2008, è costituita da primari imprenditori. L’investimento complessivo è stimato complessivamente in 70 milioni di euro, di cui 30 per realizzare il Parco Termale i cui lavori partiranno già nel prossimo mese di giugno, e 40 milioni di euro per realizzare il comparto Ricettivo - congressuale che partirà a ruota a quello del progetto Parco termale.


Apertura

L’apertura di Aquardens come Parco Termale, è prevista per la primavera 2011

Fonte: Ufficio Stampa Aquardens

Aquardens
Via Valpolicella
37026 Pescantina VR

www.aquardens.it

 

NetParade Azzurro

 

AQUARDENS
ARCHIVIO NEWS

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna